Da Vermeer a Kandinsky, nuova mostra d’arte al Castel Sismondo di Rimini – 21 Gennaio/3 Giugno 2012

Dopo il successo e l’ottimo riscontro dal pubblico ottenuto nelle precedenti esposizioni, il Castel Sismondo di Rimini torna ad ospitare un’altra mostra d’arte di grande rilevanza a livello internazionale; Da Vermeer a Kandinsky è il nome del nuovo appuntamento che verrà inaugurato a Gennaio 2012.

Proposta da Linea d’Ombra, organizzatrice delle altre esposizioni tra Rimini e San Marino, la mostra Da Vermeer a Kandinsky racchiuderà i migliori dipinti della storia dalla metà del Quattrocentro al Novecento del territorio europeo.

Ampio spazio verrà dato ai pittori italiani, con opere suddivise per secolo e territorio appartenenti a maestri come Veronese, Tintoretto e Bellotto; saranno presenti anche quadri di artisti stranieri come Van Dick, Van Gogh, Monet, Degas, Velàzquez, Hogarth e altri, focalizzando l’attenzione sull’arte in Spagna, Inghilterra, Olanda e altri stati d’Europa.

In occasione della mostra Da Vermeer a Kandinsky di Rimini si terrà anche un convegno internazionale il 19 Gennaio, al quale parteciperanno importanti direttori di musei del mondo per riflettere e discutere su innovazione e futuro dei luoghi di arte e cultura.

Da Vermeer a Kandinsky sarà in esposizione a Rimini al Castel Sismondo dal 21 Gennaio al 3 Giugno 2012; per informazioni e prenotazioni per la visita alla mostra rivolgersi al numero 0422/429999 o all’indirizzo mail biglietto@lineadombra.it. L’orario è fissato dal Lunedì al Venerdì, dalle 9 alle 13:30 e dalle 14:30 alle 18, con chiusura il Sabato, Domenica, festivi, 24 e 31 Dicembre. Questa mostra d’arte si terrà in concomitanza con Da Hopper a Warhol, esposizione di San Marino dedicata alla pittura americana del XX secolo.

Un pensiero su “Da Vermeer a Kandinsky, nuova mostra d’arte al Castel Sismondo di Rimini – 21 Gennaio/3 Giugno 2012

  1. sandro

    Fortuna che ho letto questo articolo, altrimenti è molto probabile che me la sarei persa, mi hanno parlato molto bene di queste mostre, come di quelle dell’associazione Florens la conoscete??

I commenti sono chiusi.